Una risposta per le donne per vivere in armonia con se stesse e con il mondo intorno a loro.

Ci sono tante donne che si sentono scontente della loro esistenza, insoddisfatte di sé o del proprio corpo, sentono delle mancanze nella propria vita senza però sapere veramente di cosa, ecc..
Nella nostra cultura occidentale questi sintomi vengono classificati come stress, disadattamento, depressioni, crisi, e le cure nella maggior parte dei casi si basano su antidepressivi che diminuiscono i sintomi ma non ne curano la causa.
Molto spesso questi sintomi sono manifestazione di un disagio più profondo.

 IscriviTi ora 


Calendario 2017-2018

Date:
Da definire

Orario:
09.00-13,00/14,00-18.00 con Pausa Pranzo

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria.

Contributo per il rimborso spese:
€ 50,00.

E' consigliato, ad ogni partecipante, di portarsi il pranzo da poter condividere con tutti gli altri partecipanti.


La donna è per natura collegata alla spiritualità. La spiritualità è un'esperienza intuitiva, sensitiva, percettiva e non razionale, intellettiva o logica che invece sono legate all'universo maschile.
La spiritualità è prima di tutto un sentire, il sentire la presenza del divino, il sentire che esiste qualcosa di più in questa vita, il sentire il sacro, il sentire che nel profondo la vita ha un significato ben più vasto; e il sentire è una prerogativa femminile.
La spiritualità si può capire anche a livello intellettuale, ma per comprenderla appieno, per renderla viva dentro di noi, la si deve percepire.
Per poter percepire la spiritualità dobbiamo abbracciare un sapere femminile viscerale, profondo, intuitivo, istintivo. Una conoscenza che ci fa dire "lo so" anche se non sappiamo come facciamo a conoscere, che ci fa dire "io sento" anche se non riusciamo a spiegarlo logicamente e razionalmente.
Per percepire Il divino bisogna andare oltre la logica, oltre la razionalità, oltre l'analisi, oltre la religione.
La donna quindi, è per natura più in contatto con il mondo immateriale, perché percepisce oltre il mondo reale, intuisce oltre il conosciuto, percepisce oltre a ciò che è manifesto. collage spiritualità femminile ananda ashram milano
La spiritualità è un'esperienza che va fatta propria, va vissuta, sentita, percepita, lasciandola penetrare in profondità nell'anima e nel corpo.
Se la spiritualità è importante per gli uomini, lo è ancor di più per le donne, perché attraverso l'esperienza spirituale le donne possono connettersi più facilmente con l'energia femminile.
L'energia femminile è un'energia fluida, sinuosa, sensibile, sottile, morbida.
Contattare la femminilità solo attraverso la dimensione materiale vuol dire toccare solo marginalmente la vera natura della donna e vuol dire anche cercare soluzioni ai propri problemi nei posti sbagliati, oppure seguire percorsi lunghi e faticosi.

Ma a cosa serve la spiritualità?

Generalmente si ha un concetto di spiritualità astratto, lontano dalla realtà, la si vede senza utilità pratica e poco funzionale, riservata magari solo ad alcuni momenti lontani dalla vita di tutti i giorni.
Tutto ciò è lontano dal vero.
La spiritualità può veramente dare una mano a risolvere i problemi quotidiani con più facilità. Per esempio può aiutare ad apprezzare di più se stesse e a far emergere le proprie potenzialità.


Didi Ananda spiritualità femminile Ananda Ashram Milano

Insegnanti

Didi Ananda Prapatti Acarya 
Monaca indiana della tradizione Ananda Marga con oltre 40 anni di esperienza, vive e lavora in Italia da diversi anni e segue specialmente le donne per il loro sviluppo psicofisico e spirituale attraverso l'insegnamento dello Yoga e della Meditazione

Published in Corsi Monotematici

Il massaggio energetico spirituale è un trattamento ideato da Sri S.V. Govindan, noto maestro di massaggio ayurvedico, che ha dedicato l’ultima parte della sua vita a diffondere in Occidente il massaggio, l'Ayurveda e lo Yoga. Basandosi sulle sue esperienze personali, ha messo a punto il massaggio energetico spirituale che trae ispirazione dalla riflessologia plantare, creata nel secolo scorso dal dr. Fitzgerald negli Stati Uniti, e dalle tecniche di digitopressione descritte in antiche tradizioni come la medicina cinese e l’Ayurveda. Il massaggio consiste nello stimolare i punti riflessi sulla pianta del piede collegati con le ghiandole endocrine corrispondenti ai sette chakra, i punti vitali più importanti del corpo, conosciuti in Ayurveda come marma o prana kendra. La stimolazione dei punti riflessi, fatta con movimenti rotatori dei pollici, è accompagnata da suoni chiamati mantra che con la loro vibrazione riproducono la stessa frequenza che vibra, su un piano più elevato, nell'energia che circola nei chakra, i centri di energia del corpo.

 IscriviTi ora 


Calendario 2018/2019 (Sono Aperte le Iscrizioni)

Date:
20 ottobre 201
08 Giugno 2019

Calendario 2017/2018

Date:
16 Giugno 2018

Luogo:
via Prandina, 11 e 25

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria.

Quota di partecipazione:
€ 120,00. Quota comprensiva di materiale didattico e Attestato di Frequenza

Modalità di pagamento: 
Acconto € 50,00 all'iscrizione, il saldo deve essere versato ad inizio Corso.

Partecipanti:
Al fine di svolgere un lavoro completo e soddisfacente il numero dei partecipanti è limitato.

VOLANTINO


L'azione combinata della stimolazione fisica e sonora aumenta l'efficacia del trattamento che, in modo sottile e penetrante, arriva ad influenzare profondamente i più intimi recessi della psiche e dello spirito della persona che lo riceve. L'intera sequenza dura circa 30 minuti durante i quali si entra poco a poco in uno stato di profondo rilassamento chiamato yoga nidra, uno stato mentale cosciente al confine fra il sonno e la meditazione.

Canali di energia sottile chiamati in Ayurveda nadi collegano i punti riflessi del piede alle ghiandole endocrine e ai chakra ad esse correlati. Questo collegamento sta alla base del meccanismo che rende possibile alla stimolazione sulla pianta del piede di arrivare fino agli organi vitali armonizzando il funzionamento dei sistemi corporei più importanti: escretorio, uro-genitale, digestivo, circolatorio, respiratorio, nervoso, fino ad armonizzare le funzioni cerebrali che presiedono a tutte le attività del corpo, degli organi di moto, degli organi di senso e della mente.

Se i sistemi corporei funzionano in maniera equilibrata influenzano in modo positivo la mente aumentandone la qualità di chiarezza e diminuendo la tendenza all'attaccamento e all'avversione che disturbano la naturale facoltà di distinguere fra ciò che è utile o dannoso alla vita. Sistemi corporei in equilibrio, purezza del funzionamento degli organi di moto, degli organi di senso e della mente sono i requisiti affinché l'individuo rifletta lo splendore dell'anima  liberata dai veli che normalmente la ricoprono, questa è la definizione che l'Ayurveda dà di buona salute: swastha, ''stabilizzato nel Sé''.

Unendo la conoscenza proveniente da sistemi e tradizioni recenti ed antiche, Govindan ci ha lasciato in dono questo trattamento che aiuta a raggiungere il livello di energia psico-fisica in grado di sostenere l’esperienza della realizzazione, la meta cui aspira ogni essere vivente, è per questo che si chiama Massaggio Energetico Spirituale.

Programma delle lezioni

Il programma è articolato in una parte pratica ed una teorica.

Parte teorica:
Che cosa sono i Chakra? La loro forma, il loro colore, il loro suono. Le relazioni che hanno con le emozioni.
Introduzione e dimostrazione del Massaggio Energetico Spirituale. 

Parte pratica:
Pratica, completamento e scambio del Massaggio Energetico Spirituale.
Condivisione del lavoro svolto insieme e chiusura del corso.

Note

Verrà rilasciato ai partecipanti un attestato di frequenza e una registrazione audio dei mantra utilizzati durante la pratica.

Insegnanti

Giovanni Fico

Published in Ayurveda
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta